INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI

L’interdizione dai pubblici uffici rientra nell’ambito delle pene accessorie ed in quanto tale segue la definitività della pena principale.

Può essere perpetua o temporanea;l’interdizione perpetua consegue alla condanna all’ergastolo oppure ad una condanna non superiore ai cinque anni di reclusione,mentre l’interdizione temporanea consegue ad una condanna non inferiore ad anni tre.In ordine alla durata dell’interdizione temporanea essa non può avere una durata inferiore ad un anno nè superiore a cinque.

In ordine agli effetti che conseguono alla dichiarazione di interdizione dai pubblici uffici,vi è da dire che essi sono dettagliatamente indicati nell’art 28 c.p. e comportano la perdita dei seguenti diritti

  1. diritto di elettorato o di eleggibilità in qualsiasi comizio elettorale e di ogni altro diritto politico
  2. ufficio di tutore o di curatore
  3. gradi e dignità accademiche
  4. stipendi,pensioni ed ogni altro assegno a carico dello Stato

Vi è da dire ,in ultimo, che il provvedimento di indulto,recentemente approvato dal Parlamento,ha statuito circa la sola condonabilità della pena principale,non estendendo tale beneficio alle pene accessorie tra cui quella di cui abbiamo discorso.

120 thoughts on “INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI

  1. CI SONO PERSONE IN POSSESSO DI UNA LAUREA CHE AVENDO AVUTO UNA CONDANNA E L’INTERDIZIONE TEMPORANEA DAI PUBBLICI UFFICI SONO STATE CANCELLATE DALLE LISTE ELETTORALI, QUINDI NON POSSONO PARTECIPARE AD UN CONNORSO PUBBLICO E NEANCHE ESSERE INSERITO NELLE DOMANDE PER INCARICO A SUPPLENZA NELLE SCUOLE PERCHE’ BISOGNA FARE L’APPOSITA DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA’. A QUESTO PUNTO COSA BISOGNA FARE PER ACCEDERE AD UN POSTO DI LAVORO? HO LETTO CHE, IN RIFERIMENTO ALL’INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI, NELL’ART.28 LA CORTE COSTITUZIONALE CON SENTENZA 13 GENNAIO 1966 N°3, HA DICHIARATO L’ILLEGGITTIMITA’, IN RIFERIMENTO AGLI ARTT.3,36 COST.,DEL PRESENTE COMMA, LIMITATAMENTE ALLA PARTE IN CUI I DIRITTI IN ESSI PREVISTI TRAGGONO TITOLO DA UN RAPPORTO DI LAVORO.SI PUO’ FARE RICCORSO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA CHE HA EMESSO LA CONDANNA E LE PENE ACCESSORIE?NON SONO D’ACCORDO CON QUESTO TIPO DI INDULTO. COSì SI AUMENTA LA DISOCCUPAZIONE E LE CONSEGUENZE DEL CASO E NEL MOMENTO IN CUI CI TROVIAMO AUMENTA LA CRIMINALITA’.

    • salve ,
      egr. avvocato,
      sono stato condannato nel 1999 ad una pena di 8 anni e 100 milioni di lire di multa e alla pena accessoria di interdidizione perpetua dai pubblici uffici, art. 21
      in appello la condanna principale è scesa a 6anni e 6mesi, ma sono rimaste invariate le pene accessorie, ho scontato la mia condanna usufruendo della buona condotta e dei benefici.
      vorrei sapere se facendo la riabilitazione potrei usufruire a pieno dei miei diritti, e cosa si dovrebbe fare per intraprendere la procedura di riabilitazione.
      ringrazio anticipatamente.

    • Ciao mi chiamo Lorenza Ciancio sono siciliana e purtroppo anche io nel passato ho commesso atti illeciti a tal punto di subire una condanna e peggio ancora l interdizione ai pubblici uffici in pratica la condanna dopo la condanna, sta di fatto che qualche mese fa ho scritto una lettera a tal riguardo inviandola al presidente berlusconi , al ministro della giustizia angelino alfano e al presidente della repubblica napolitano, senza nessun esito, oggi cerco chi assieme a me decide di firmare prottestando per tale pena accesoria. Se ti va contattami al mio indirizzo email m.lorenzaciancio@hotmail.it . P.s non fare caso al fatto che io abbia scritto i nomi dei politci su indicati in minuscolo e che a mio parere meritano veramente poco, poichè credo fermamente che i veri delinquenti sono loro motivo per cui poi una persona devia il propio cammino, comunque al giorno d oggi già da anni ho scontato la mia pena e non ho più commesso altri reati, ma sta di fatto che difficilmente riesci a rinserirti nella società considerando che con l art. 28 del codice penale non hai diritto a niente!!!!!!!!! spero in un tuo presto riscontr cordiali saluti Ciancio Lorenza LETTERA INVIATOGLI:

      Egregio Sign. Presidente Berlusconi,
      sono una ragazza Siciliana ho 31 anni , e purtroppo nella vita anche IO ho compiuto qualche reato, poichè in questo PAESE ormai da anni non si riesce non solo più a vivere dignitosamente con un regolare stipendio, a causa del caro vita, che ha ridotto il tenore di vita ai limiti della sopravvivenza, spesso si parla di lavoro nero poiché l’occupazione presso aziende o settori produttivi è un argomento in lutto, proprio per la crisi esistente. Forse è il fattore scatenante di tutta questa illegalità che sta prendendo spazio in una società tanto evoluta ove la stessa Costituzione sostiene che l’Italia è fondata sul lavoro, ma altretanto misera di contenuti; Allora mi chiedo, se il tutto appare difficile per i lavoratori illusi che credono ancora ai principi della Costituzione; cosa dire di coloro che avendo deviato il loro percorso cercato una soluzione più combattuta ma meno illusoria, hanno poi difficoltà d’integrarsi in un sistema legale poiché emarginati dallo stesso sistema, esempio da menzionare l interdizione ai pubblici uffici, esattamente come è stato applicato anche a me, che a sua volta non solo mi nega la possibilità di trovare la strada giusta, poiché ostacolate da pregiudizi e da un etichetta che ti fa vivere come un cittadino fantasma senza alcuna autonia di reagire e interagire con il mondo del lavoro, anche nell’opportunità di aprire una semplice partita iva nella camera di commercio, ALLORA MI CHIEDO TUTTO QUESTO NON SA DI ISTIGAZIONE AL REATO SE LA LEGGE STESSO NON CI DA MODO PER
      POTERCI RIENTEGRARE NELLA SOCIETÀ? In realtà avrei troppe cose da contestare a questa legge italiana che il più delle volte esercita solo abuso di potere e ingiustizia nella giustizia. La cosa più assurda sta nel pensare che realmente i nostri rappresentanti credano che il popolo possa ignorare certe disparità di trattamento; tirando le somme siamo diventati ospiti a casa Nostra ormai troppo concentrata sulla globalizzazione e sugli interessi personali; Paese che le nostre generazioni hanno costruito e preservato dalle mire di chi voleva vederci sottomessi..
      Egreg. Presidente, non è la prima volta che le scrivo, ma questa volta confido nell’avere un riscontro positivo; anche perchè è per volontà del popolo che ogni riveste una carica così prestigiosa quanto piena di responsabilità, e ciò inderogabilmente comporta delle attenzioni Verso chi vi ha scelto e poi interrogato di un operato politico e legislativo che confonde e devia il cittadino spettatore di questo triste scenario.. Ma questo non è un film, ormai è da tempo che sentiamo parlare di riforme di giustizia ed altro, ma ancora oggi per un motivo o un altro non si è verificato niente di concreto, se non il sollecito nell’ applicare
      il LODO ALFANO per lei stesso. Ritengo che tale legge è ancora un ingiustizia verso il popolo italiano, poichè non comprendiamo il perchè lei possa ripulirsi dei suoi reati e il comune cittadino deve continuare A PAGARE UN PREZZO Già ESTINTO, NESSUNO VI HA CHIESTO SCONTI NE CLEMENZA, MA OGGI DOPO AVER SILENZIOSAMENTE PAGATO CON LA RECLUSIONE, CHIEDIAMO LA NOSTRA DIGNITà, NESSUN BENEFICIO VI è CHIESTO MA SEMPLICEMENTE PARI OPPORTUNITà, LO STRUMENTO POTREBBE ESSERE Condono Amnistia o qualsiasi nome potrebbe chiamarsi pur di ripulirci definitamente e ricominciare a VIVERE. Perchè nella vita esiste realmente chi nel passato ha sbagliato pagato e non vuole ricadere!!!!
      BE SE REALMENTE L’ITALIA È UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA ALLORA SPERO CHE QUESTA MIA LETTERA NON RESTI SOLO “ESPRESSIONE DELLA MIA LIBERTÀ DI PENSIERO” MA VENGA RECEPITA COME UN DISAGIO CIVILE E MORALE DI TUTTI COLORO CHE VIVONO QUESTA PALESE REALTÀ. SI SPERA CHE LA MIA LE NOSTRE PAROLE VENGANO ASCOLTATE, PERCHÈ SIAMO COMUNQUE PRONTI A NON FERMARCI NELL’ATTESA DI UNA SUA RISPOSTA, SIAMO PRONTI A SCENDERE IN PIAZZA A FARE UNA MANIFESTAZIONE A TAL RIGUARDO. SPERANDO DI EVITARE QUEST ULTIME RESTIAMO IN ATTESA DI UN RISCONTRO POSITIVO. DISTINTI SALUTI. LORENZA CIANCIO.
      P.S Vogliamo continuare ad essere fieri di essere ITALIANI senza doverci Vergognare di un Italia, che non offre più niente ove le uniche
      Parole ripetute sono sempre le stesse, crisi economica e ingiustizia. Nel cuore e nella mente della gente è segnato di problemi e disperazione. Vogliamo essere onorati del tricolore,non delusi.

    • buon giorno avvocato ho scontato una condanna di 10 anni, mentre dei tre anni scontati in affidamento a servizi sociali ora sono libero da circa 2 anni ma nelle pene accessorie ho interdizione dai pubblici uffici perpetua .
      ora vorrei sapere se posso aprirmi una partita iva per avviare un attività e se posso lavorare nelle strutture ospedaliere private avendo svolto un corso o.s.a e s.s.o

    • Salve Avvocato , ho avuto una condanna con interdizione perpetua dai pubblici uffici essendo un libero Professionista posso esercitare ancora tale ruolo. Grazie

  2. SI PUO’ FARE ISTANZA/IMPUGNAZIONE PER OTTENERE NUOVAMENTE IL DIRITTO DI VOTARE SE A SEGUITO DI UNA CONDANNA PENALE SI E’ STATI INTERDETTI IN MANIERA PERPETUA? IN QUESTO CASO LA PERSONA IN QUESTIONE, DOPO AVER SCONTATO LA SUA PENA, SI E’ RIABILITATA ED INTEGRATA IN SOCIETA’.
    SONO SEI ANNI CHE E’ FUORI MA SOPRATTUTTO LAVORA E VIVE IN MANIERA ONESTA SENZA PIU’ DELINQUERE.
    E’ UNA MAMMA ED UNA PERSONA ONESTA OGGI COME OGGI.
    C’E’ UNA POSSIBILITA’ DI RISCATTO PER LEI O SARA’ PER SEMPRE PUNITA MENTRE AL GOVERNO ABBIAMO PERSONE COLLUSE CON LA MAFIA CHE LEGIFERANO?
    Grazie

    • Spettabili interlocutori,
      il mio caso è stato definito dai miei legali del tempo ” particolarissimo ” … in buona sostanza sono stato condannato definitivamente per mafia, ma non ero un delinquenye, bensì un sottufficiale arma cc infiltrato in un clan. non sto a dirvi che è andata di merda soltanto a me ecc… non c’è bisogno di dire che ho fatto buona condotta cercando di elemosinare lavori manuali… sic … un legale mi ha detto che contestualmente alla riabilitazione mi farà cancellare la interdiz. perpetua. E’ possibile o mi devo sparare un colpo in testa, perché a 50 anni non sto nemmeno tanto bene in salute. Distinti saluti.

  3. Una condanna in primo grado a sette anni di carcere per il reato previsto all’art. 317 del Codice Penale, determina la sospensione, per diciotto mesi, dalla carica di Consigliere Regionale (legge 19 marzo 1990, n. 55, art. 4 bis).
    Se vi è anche la pena accessoria di Interdizione dai Pubblici Uffici, allo scadere dei diciotto mesi, è automatico il rientro in Consiglio Regionale per il Consigliere sospeso?

    • Egregio Francesco,
      provo a risponderLe: con la sentenza 141/1996, la Corte Costituzionale, in nome della tutela del diritto di elettorato passivo, ha escluso che possano essere colpiti da incandidabilità coloro che siano stati condannati in forma non definitiva o coloro che formino oggetto di una misura non definitiva di prevenzione. In questi casi, secondo la decisione della Corte, si applica solo la sospensione di diritto dalla carica alla quale si è stati eventualmente eletti; sospensione che verrà meno in seguito a sentenza di assoluzione o determinerà la decadenza dalla carica, in caso di condanna.

  4. Sbaglio o c’è un refuso nella frase: “l’interdizione perpetua consegue alla condanna all’ergastolo oppure ad una condanna non superiore ai cinque anni di reclusione”.
    L’interdizione perpetua non dovrebbe essere conseguente a condanne *non inferiori* ai cinque anni di reclusione?

  5. volevo cortesemente sapere se a seguito di una condanna di reclusione a 4 anni e a 5 anni di interdizione dai pubblici uffici un insegnante puo’ esercitare la propria attivita’ lavorativa?
    grazie

    • Certamente può esercitarla in quanto la misura interdittiva riguarda le cariche pubbliche.
      Bisognerebbe però sapere che tipo di provvedimenti l’Autorità Scolastica intende adottare che ,a mio avviso ,sono rapportati al tipo di reato commesso

  6. Carissimi amici chi vi parla condannato a 5 anni e sei mesi nel 1990,con interdizione in perpetuo,destituito di diritto,per reato estraneo all’aministrazione per detenzione e spaccio ed anche consumo,subito condonato 2 anni ed il rimanende all’affidamento ai servizi sociali,ma guando arrivai in consiglio di stato il ricorso mi fu’ respinto poiche’ dicono che non mi spettava ne un procedimento disciplinare ne’ aver rispettato i
    termini di 180 giorni come tutti anno diritto,ma fui licendiato, dopo 545 giorni dalla data della sentenza definitiva.
    premetto che arrivai al ricorso gia’ con la RIABILITAZIONE,
    e per reato non mensionato nella destituzione di diritto,come concussione ass. mafiosa,falsificazione di documenti ecc.ecc.
    quando poi’ su internet e mi vidi spuntare un certo
    Sergio D’elia ex terrosista gia riabilitato nel 2000 da un giudice Romano dopo la condanna definitiva a 12 anni per terrorismo
    sapete nel 2006 cosa faceva. il segretario di Fausto Bertinotti alla C

  7. Carissimi amici chi vi parla condannato a 5 anni e sei mesi nel 1990,con interdizione in perpetuo,destituito di diritto,per reato estraneo all’aministrazione per detenzione e spaccio ed anche consumo,subito condonato 2 anni ed il rimanende all’affidamento ai servizi sociali,ma guando arrivai in consiglio di stato il ricorso mi fu’ respinto poiche’ dicono che non mi spettava ne un procedimento disciplinare ne’ aver rispettato i
    termini di 180 giorni come tutti anno diritto,ma fui licendiato, dopo 545 giorni dalla data della sentenza definitiva.
    premetto che arrivai al ricorso gia’ con la RIABILITAZIONE,
    e per reato non mensionato nella destituzione di diritto,come concussione ass. mafiosa,falsificazione di documenti ecc.ecc.
    quando poi’ su internet e mi vidi spuntare un certo
    Sergio D’elia ex terrosista gia riabilitato nel 2000 da un giudice Romano dopo la condanna definitiva a 12 anni per terrorismo
    sapete nel 2006 cosa faceva. il segretario di Fausto Bertinotti alla Camera dei Deputati.Allora mi domando e dico io Riabilitato per un crimine molto differente del suo non potevano ridarmi il mio lavoro,dato che a lui fra poco lo facevano presidente della Repubblica Gli I

  8. Carissimi amici chi vi parla condannato a 5 anni e sei mesi nel 1990,con interdizione in perpetuo,destituito di diritto,per reato estraneo all’aministrazione per detenzione e spaccio ed anche consumo,subito condonato 2 anni ed il rimanende all’affidamento ai servizi sociali,ma guando arrivai in consiglio di stato il ricorso mi fu’ respinto poiche’ dicono che non mi spettava ne un procedimento disciplinare ne’ aver rispettato i
    termini di 180 giorni come tutti anno diritto,ma fui licendiato, dopo 545 giorni dalla data della sentenza definitiva.
    premetto che arrivai al ricorso gia’ con la RIABILITAZIONE,
    e per reato non mensionato nella destituzione di diritto,come concussione ass. mafiosa,falsificazione di documenti ecc.ecc.
    quando poi’ su internet e mi vidi spuntare un certo
    Sergio D’elia ex terrosista gia riabilitato nel 2000 da un giudice Romano dopo la condanna definitiva a 12 anni per terrorismo
    sapete nel 2006 cosa faceva. il segretario di Fausto Bertinotti alla Camera dei Deputati.Allora mi domando e dico io Riabilitato per un crimine molto differente del suo non potevano ridarmi il mio lavoro,dato che a lui fra poco lo facevano presidente della Repubblica . grazie.accetto commento

  9. Carissimi sono sempre io era solo per dire di aver fatto inoltrare un ricorso inerente alla CORTE EUROPEA DIRITTI DELL’UOMO DI STRASBURGO,ed in questi giorni partira una denuncia contro il consiglio dei Ministri pro tempore,per favoregiamento personale ed disuguaglianza ecc.ecc.

    Grazie.

  10. Carissimo avv sono Gabriele vorrei sapere come la pensate in merio al mio accaduto,e se trovato onesto e giusto quello che dico. Ricorso Consiglio di stato 8323 del 2001 respinto nel 2007.con gia’ una Riabilitazione in mano,come Sergio D’elia
    ex segretario della camera dei deputati,messo li dalla sinistra Italiana, poco importa se uccise o no’.

  11. gentilmente vorrei chiederLe:
    Se un giudice emette una sentenza contro un funzionario pubblico (un anno di reclusione , con pena sospesa, più interdizione dai pubblici uffici per un anno) può il funzionario esercitare ancora le proprie funzioni?

  12. Salve avvocato.
    Sono un dipendente dello Stato.
    Lavoro nella segreteria di una scuola.
    Il 17/01/1995 ho avuto una condanna penale ai sensi dell’art. 571 del codice penale (abuso di mezzi di correzione reclusione 15 giorni pena sostituita con multa di lire 375.000).
    Il 17/12/2003 mi è stata concessa la riabilitazione.
    Secondo Lei potrei avere problemi per il lavoro che svolgo?
    Grazie per l’attenzione che vorrà riservarmi.

  13. Egr. Avv Paudice

    ho un interdizione per il pubblico uffici di 5 anni, visto che Sono anche titolare di una azienda informatica volevo chiederle se questo limite si estende anche alla sola vendita o assistenza in enti pubbluci come scuole.
    Per intenderci non posso vendere articoli ad aziende pubbliche come scuole visto che riceverei un compenso da loro ed di conseguenza dalla stato o l’interdizione prevede solo di non essere dipendente statale???

    grazie per la collaborazione

  14. Caro Avvocato sono gabriele gentilmente vorrei sapere cosa pensa in merito e se la corte europea di ritti dell’uomo mi potrebbe dare ragione.
    1/in primissi la mia causa dura dal 1992 ed ancora oggi si trova all’ultima istanza cio’ la corte europea diritti dell’uomo.
    2/ la sentenza definitiva della cassazione n.2414 del 24.09.1990 e quella della delibera commissariale di destituzione di diritto emessa il 05.03.1992.vorrei sapere se le sembra normale,essendo la delibera commissariale un atto disciplinare dovrebbe avere i stessi tempi tecnici di una persona fortunata con meno di 5 anni di carcere i queli nel mio tempo erano 180 dalla data della sentenza definitiva della cassazione pena la decadenza.

    Grazie

  15. Carissimo avv. paudice ,la ringrazio per le varie
    risposte che mi da’,ma sarei altresi contento se al mio primo viaggio in Italia,la potrei inviatare a cena cosi ci possiamo conoscere,oppure se dovesse venire in Portogallo a Porto prima lei sarei molto lieto di passare un po di tempo e farle da cicerone per la citta’

    La Ringrazio Moltissiomo
    Gabriele Trapasso

  16. Caro avvocato se posso esserle utile per quello che valgo il mio n.00351-960182123
    Rua San. Tome’ 973 1º Centro 4200-491 Porto
    Portogallo
    Gradirei il suo n. telefonico

    Attenzioso Ringraziamento
    Gabriele

  17. Egr. Avv.Paudice,
    ho un amico che è stato condammato ad una pena accessoria: 5 anni d’interdizione dai pubblici uffici. mi chiedevo essendo, lui, impegato civile presso il ministero della difesa potrebbe essere licenziato. lui non opera con il pubblico inquanto è in una caserma.
    potrebbe chiarire questo dilemma?
    grazie per l’attenzione. buon lavoro.

    • replica:

      Egr. Avv.Paudice,
      ho un amico che è stato condammato ad una pena accessoria: 5 anni d’interdizione dai pubblici uffici. mi chiedevo essendo, lui, impegato civile presso il ministero della difesa potrebbe essere licenziato. lui non opera con il pubblico inquanto è in una caserma.
      potrebbe chiarire questo dilemma?
      grazie per l’attenzione. buon lavoro.

  18. Egregio avv. Paudice,
    Circa 30 anni fà ho commesso un reato con pena di 13 anni tre mesi, ho scontato tutta pena, dal 1994 mi trovo fuori, ed ho iniziato a lavorare onestamente, senza dare adito alle autorità ad un richiamo. Nonostante ciò senza nessuno aiuto sociale ho tirato avanti lavorando onestamente, facendo qualsiasi umile lavoro pur portare avanti la famiglia.
    Ma ciò che mi perseguita è questa condanna, dove non ho diritto al voto per poter esprimere il mio giudizio politico, è ogni qualvolta trovo un lavoro in una ditta mi si chiede il certificato penale, quindi sono costretto a sentirmi dire: spiacente lei a dei precedenti penali. Questo è un boccone amarissimo da inghiottire non possiamo assumerla. Nostante che pago le tasse ho anch’io diritto a questo, come mai noi che siamo interdetti non siamo esenti dalle tasse? Poi vogliono far votare gli immigrati che non sanno ne di dove sono, ne di dove arrivino come mai tutto questo?
    Grazie per la sua attenzione, e per il lavoro che svolge

  19. Amico Avv.Paudice,sono stato arrestato il 9/06/2004, con sentenza definitiva della corte di Cassazione del 20/05/2004,
    il comune non mi rilascia la C.D. valida ai fini dell’espatrio perchè la Questura informa al Comune che l’interdizione parte dal momento della scarcerazione, avvenuta il 13/09/2004, mi è stato detto di attendere con pazienza il 13/09/2009
    vi prego AVV. mi dia una risposta

  20. Giovanni
    Amico Avv.Paudice,sono stato arrestato il 9/06/2004, con sentenza definitiva della corte di Cassazione del 20/05/2004,
    il comune non mi rilascia la C.D. valida ai fini dell’espatrio perchè la Questura informa al Comune che l’interdizione parte dal momento della scarcerazione, avvenuta il 13/09/2004, mi è stato detto di attendere con pazienza il 13/09/2009
    vi prego AVV. posso sapere quando si inizia a scontare l’interdizione di 5 anni ai pulici uffici

  21. ill.avv Paudice,
    sono interdetto dai pubblici uffici per cinque anni;
    posso essere assunto dall’ente pubblico ospedaliero come ausiliario socio sanitario? la ringrazio anticipatamente
    con osservanza FRANCESCO GRAZIE

  22. Egregio Avv. mi scusi se la disturbo, se fosse possibile togliermi un dubbio molto urgente, Fino al 1998 ero comandante di Polizia Municipale, mi viene notificata misura cautelare , motivata dal fatto pr non inquinare le prove, inizia quindi un calvario giudiziale tremendo, primo processo per falso in atti d ‘ufficio , di questo provvedimento vngo assolto in formula piena perche il fatto non sussiste, continua però un provvedimento per possibile peculato che nei tre gradi di giudizio vengo condannato a due anni e quattro mesi nel mese di marzo 2009, con la pena principale vi era pena accessoria di interdizione dai pubblici uffici per la durata della pena principale, Domanda: con l ‘indulto l ‘interdizione temporanea con dicitura ” per la durata della pena” è da ritenersi anchessa indultata?
    la ringrazio per la sua futura risposta profesionale.

  23. sarei felice se potessi avere una risposta più precisa penalmente e giuridicamente, perchè una sua risposta negativa , mi farà anticipare le mie dimissioni, e non una richiesta ad altro ente pubblico dove vrei la possibilità di trasfrimento, sempre se l’ interdizione venisse indultata, le preciso ” interdizione dai pubblici uffici per la stessa durata della pena indultata. grazie

  24. Salve Avv.Paudice le scrivo perchè mi è appena successo un fatto grave per il mio lavoro. io sono stato condannato nel 2005 per spaccio (reato commesso nel 2000) a 4 anni e 5 anni di interdizione ai pubblici uffici. la condanna un pò l’ho scontata un pò è stata indultata ,mentre rimane l’interdizione fino a luglio 2010. io faccio l’autista di autobus pe runa ditta privata che fà anche servizi di linea pubblica e servizi per le ferrovie. oggi un poliziotto ha fatto il “terminale” con i miei dati e mi ha detto che io non posso fare il mio lavoro (che faccio da 7 anni) e che se lui vuole segnalare il fatto io perdo immediatamente il lavoro. è così come dice lui?la ringrazio anticipatamente.

  25. Salve avvocato Paudice.Volevo sapere se in seguito ad una condanna di 4 anni e 4 mesi con interdizione dai pubblici uffici per 5 anni fosse possibile esegire il praticantato per diventare commercialista e conseguire il successivo esame di stato durante i 5 anni di interdizione.
    Grazie.

    • Nessuna difficoltà avrà ad iscriversi, il problema si andrà a porre solo quando in riferimento alla sua professione lei dovesse,per qualunque motivo assumere incarichi di valenza pubblicistica(ad es: la funzione di curatore fallimentare)

      • La ringrazio molto per la disponibilita’.Quindi se ho capito bene,non avro’ problemi a dare l’esame di stato nè tantomeno a fare praticantato.In merito agli incarichi di valenza pubblicistica,mi chiedevo,il problema rimarra anche passati i cinque anni di interdizione o sara’ solo fino alla riabilitazione?

  26. Sono Franco,sono stato condannato per il reato di 416 bis, a cui è seguita l’interdizione ai pubblici uffici x 5 anni,nel frattempo ho frequentato l’università e mi sono laureato adesso vorrei aprire p.iva e cominciare a lavorare presso un centro sanitario da terapista,posso oppure avrei problemi ad aprire p.iva e di conseguenza a lavorare?
    Certo di una risposta La ringrazio anticipatamente.

  27. Sono Pietro, sono stato condannato a due anni e otto mesi di reclusioni condonati con l’indulto, a cui e’ seguita l’interdizione dai pubblici uffici x 5 anni, nel frattempo ho un contratto di diritto privato con il mio comune di residenza, posso ricshiare il licenziamento?

  28. La ringrazio molto per la disponibilita’.Quindi se ho capito bene,non avro’ problemi a dare l’esame di stato nè tantomeno a fare praticantato.In merito agli incarichi di valenza pubblicistica,mi chiedevo,il problema rimarra anche passati i cinque anni di interdizione o sara’ solo fino alla riabilitazione?

  29. La ringrazio molto per la disponibilita’.Quindi se ho capito bene,non avro’ problemi a dare l’esame di stato nè tantomeno a fare praticantato.In merito agli incarichi di valenza pubblicistica,mi chiedevo,il problema rimarra anche passati i cinque anni di interdizione o sara’ solo fino alla riabilitazione?

  30. Buon giorno avvocato. Vorrei farle una domanda! Un mio parente ha avuto l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Condannato nell’ 82 a 10 anni di reclusione , ha scontato la pena ed ora lavorava come precario da 5 o 6 anni come operaio comunale nel suo paese. Pochi giorni fà è stato licenziato perchè, volendo il comune stabilizzarlo a tempo indeterminato, hanno trovato nella sua cartella giudiziaria l’interdizione perpetua. Ora Le chiedo se c’è un modo per poter togliere l’interdizione? con la RIABILITAZIONE si può’
    Aspetto una sua risposta e la ringrazio anticipatamente!

  31. Salve avvocato. Io sono stato condannato 5 anni fa per 2 reati cmq in procedimenti diversi per un totale complesivo di meno di 1 anno. Ora essendomi laurato in servizio sociale vorrei sapere se posso partecipare ed essere asunto in un concorso pubblico. Grazie

  32. salve avvocato, volevo porle un quesito, io nel 2002 ho litigato con un energumeno che mi infastidiva in maniera ossessiva e a seguito di quel litigio vengo processato per lesioni personale e condannato a mesi 2 di reclusione, pena sospesa oltra alla non menzione della condanna. nel 2008 anche la cassazione mi ha dato torto.
    legge mal fatta a parte, mi chiedevo dato che sono un ufficiale delle forze armate in ferma prefissata, potrei avere poblemi per il contratto a tempo indeterminato? la ringrazio anticipatamente della sua preziosa collaborazione

  33. egregio avv. paudice, in che senso devo continuare la mia battaglia’ credo che in base alla pena a me applicata che non dovrei avere problemi piu di tanto per blubblici concorsi e per altro dato che trattasi di lesioni personale art
    .582 primo comma
    pena mesi due sospesa e non menzione della condanna! cordiali saluti e buon fine anno e inizio nuovo
    dimes

  34. caro avv.to
    ho avuto una condanna a 8 mesi di pena sospesa nel 2009
    cn pattegiamento per VIOLAZIONE DI SIGILLI non sono stato messo Nelle pene accessorie ecc ecc.. ho provato dopo laureato in infermieristica a iscrivermi all’albo IPASVI per esercitare la professione… ma NN MI HANNO VOLUTO ISCRIVERE. E GIUSTO FARE RICORSO AL TAR?

  35. Ill.mo Avvocato, vorrei porle un quesito..
    è possibile impedire l’accesso in un pubblico ufficio ad un dipendente di una ditta appaltatrice in quanto persona non gradita?
    Naturalmente ci sono fondate ragioni per allontanarla, ma non si riesce a dimostrarle penalmente..

  36. illustre avvocato, volevo chiderle, per un reato 624\625, di lieve entità, circa 80 euro, si puo’ rischiare l’interdizione dai publici uffici????? anticipatamente la ringrazio.

  37. Carissimo avv. Paudice la sentenza definitiva della mia causa presso il Consiglio di stato fu’ emessa il 10.settembre del 2007,il mio avvocato presento’ un ricorso alla corte europea dei diritti dell’uomo a Strasburgo,ma a tutto oggi ancora non vedo nessuna risposta da parte del mio avvocato.
    Carissimo avv. potrei sapere quanto devo aspettare per avere riconosciuto la violazione dell’art.6 della cedu.
    visto che sono passati quasi 2 anni.

    Cordiali saluti
    Gabriele

  38. egr. avv.
    vorrei sapere se una persona che ha una pena accessoria di interdizione perpetua dai pubblici uffici può conseguire una laurea triennale e specialistica, e avere, in seguito dei contributi che pagherà quando lavorerà, una normale pensione d’anzianità. Grazie

    • L’interdizione perpetua dai pubblici uffici che riguarda la inacessibilità a cariche elettive ed altri uffici di pubblica utilità. Non riguarda invece il suo diritto a conseguire la laurea che ,va detto, rientra nel c.d.”diritto allo studio”costituzionalmente tutelato

  39. Egr.avv.Paudice
    Le chiedo, se è possibile rettificare e/o revocare la interdizione perpetua dai pubblici uffici in una sentenza definitiva di cassazione di 5 anni di reclusione inflitta, tenendo conto che mi è stato concesso l’indulto nella misura massima di anni 3, con istanza succesiva alla sentenza emessa, e che il residuo pena è di anni 1 e mesi 10,(al momento detenuto in semilibertà).
    Nel caso in cui sia possibile,a chi viene inoltrato il Ricorso?, visto che il primo grado di giudizio è rimasto invariato fino alla sentenza definitiva di cassazione.

    In attesa. la ringrazio anticipatamente

    • Sono stato condannato in via definitiva dalla cassazione per 416/bis a anni 6 e mesi 6, ho scontato la pena ma mi rimane l’intedizio ne perprtua dei publici uffici più le misure di ristrettezza. Vorrei sapere se esiste qualche norma per poter ricorrere all’interdizione perpetua, la ringrazio anticipatamente.

  40. Egr Avv
    mio figlio ha avuto una condanna di cinque anni e quattro mesi + cinque anni di interdizione. Con il patteggiamento a quattro anni. Infine con L’indulto si e’ pulito. Ora mio figlio dice che dopo i cinque anni di interdizione, bisogna fare la riabilitazione.

  41. Egregio Avvocato Paudice,
    la mia domanda e’ questa: puo’ una persona che e’ stata interdetta legalmente per 5 anni dai pubblici uffici diventare legale rappresentante ( amministratore unico ) di una ditta SRL?
    GRAZIE

  42. SONO AMMINISTRATORE UNICO DI UNA S.R.L. E MI E’ SOPRAGGIUNTO UNA INTERDIZIONE PERPETUA DAI PUBBLICI UFFICI. POSSO CONTINUARE A FARE L’AMMINISTRATORE?

  43. Buongiorno,
    sono impiegata amministrativa all’interno di un’azienda e una settimana fa mi si è presentata l’occasione di poter diventare amministratore unico di una società cooperativa.
    Purtroppo però lo scorso 8 Aprile 2009 ho ricevuto una pena sospesa di 1 anno e 8 mesi con la condizionale per concorso in rapina a mano armata…
    Devo dire addio ai sogni di gloria??
    Ringrazio per l’attenzione dedicatami

  44. Salve avvocato,la ringrazio innanzitutto per la Sua disponibilita’,io ho subito una condanna in primo grado di 4 anni e 4 mesi piu’ una multa per spaccio di stupefacienti,ridotta a un anno e 4 mesi grazie all’indulto dopo processo con rito abbreviato.
    Se la condanna dovesse essere confermata in appello,cosa mi devo aspettare?
    In che modo dovro’ verosimilmente scontare la pena residua di un anno e 4 mesi ?
    Mi hanno parlato anche di eventuale servizi sociali,saprebbe dirmi in cosa consistono di preciso?
    Grazie ancora,
    distinti saluti

  45. sarò probabilmente condannato per tentata concussione, la pena accessoria dell’interdizione dal pubblico ufficio è automatica o a discrezione del giudice?
    ammesso e (non concesso) di non venire licenziato per giusta causa, l’interdizione è applicabile dopo sentenza definitiva vero?, quindi potrei continuare a lavorare fino a sentenza passata in giudicato ( non mi manca molto alla pensione!)

  46. Sarò probabilmente condannato per tentata concussione, la pena accessoria dell’interdizione dal pubblico ufficio è automatica dopo una data pena o a discrezione del giudice?
    Ammesso e (non concesso) di non venire licenziato per giusta causa, l’interdizione è applicabile dopo sentenza definitiva vero?, quindi potrei continuare a lavorare fino a sentenza passata in giudicato ( non mi manca molto alla pensione!)

  47. scusate la procura generale con il codice 241 REVOCANDOMI LE PENE ACCESSORIE DELL,INTERDIZIONE PERPETUA DAI PUBLICI UFFICI E DELL,INTERDIZIONE LEGALE . CON L,APPLICAZZIONE DEL,INDULTO,QUESTO SIGNIFICA CHE POTRò LAVORARE IN CASO MI CHIEDONO LA FEDINA PENALE , O RISULTO SEMPRE SPORCO GIURIDICAMENTE .

  48. Gentilissimo Avvocato sono un appartenente alle Forze dell’Ordine sono stato condannato dalla Corte d’Appello a 3 anni (art.583 lesioni aggravate) e 5 anni per interdizione pubblici uffici mi hanno detto che è in automatico la condanna per interdizione. Ora farò ricorso in Cassazione, chiedo, nell’attesa di giudizio definitivo mi possono sospendere?? E se si mi danno una percentuale di stipendio oppure zero salario? grazie per l’attenzione

  49. Carissimo avv. Paudice,vi faccio i migliori auguri di natale e di capodanno con molta salute
    per lei giuntamento la sua famiglia.
    Caro avv. ancora oggi non anno fissato la causa alla CEDU di strasburgo per favore potrebbe dirmi quanti anni devo attendere grossomodo siccome e’ stata presentata 1 primi del 2008 grazie mille Gabriele

  50. ..ma l’interdizione dal PU è automaticamente comminata dopo una qualsiasi condanna, anche mite, a seguito di un reato tipico della pubblica amministrazione?
    grazie

  51. La ringrazio per la sua diponibilità.Il mio compagno dipendente comunale come operaio ha una condanna penale di 5 anni e 8 mesi e interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.tra poco avrà la cassazione.Se la condanna non cambia,il licenziamento è automatico?per il momento è sospeso con metà dello stipendio.
    Grazie

      • Grazie per la sua risposta.per quanto riguarda la pensione di fine rapporto lavorativo,essendo appunto operaio al comune e avendo una interdizione dai pubblici uffici per la durata di 5 anni ,se la sentenza non dovesse cambiare in cassazione conserva il diritta all’erogazione della liquidazione e pensione maturata?
        La ringrazio anticipatamente

  52. Salve, vorrei sapere se il comune ha la posibilita di sospendere un contratto di l’avoro per indagini in corso, visto che nel contratto di l’avoro c’è scritto che si puo sospendere il contratto solo in caso di condanna.

  53. Gentile avvocato, dopo licenziamento per giusta causa da una amministrazione pubblica è possibile partecipare a nuovi concorsi pubblici?

  54. A TUTTI I LETTORI CHE HANNO IL PROBLEMA DELL INTERDIZIONE E NON A CHIUNQUE SIA STANCO DI UNA GIUSTIZIA INGIUSTA MI RIVOLGO A VOI:

    Ciao mi chiamo Lorenza Ciancio sono siciliana e purtroppo anche io nel passato ho commesso atti illeciti a tal punto di subire una condanna e peggio ancora l interdizione ai pubblici uffici in pratica la condanna dopo la condanna, sta di fatto che qualche mese fa ho scritto una lettera a tal riguardo inviandola al presidente berlusconi , al ministro della giustizia angelino alfano e al presidente della repubblica napolitano, senza nessun esito, oggi cerco chi assieme a me decide di firmare prottestando per tale pena accesoria. Se ti va contattami al mio indirizzo email m.lorenzaciancio@hotmail.it . P.s non fare caso al fatto che io abbia scritto i nomi dei politci su indicati in minuscolo e che a mio parere meritano veramente poco, poichè credo fermamente che i veri delinquenti sono loro motivo per cui poi una persona devia il propio cammino, comunque al giorno d oggi già da anni ho scontato la mia pena e non ho più commesso altri reati, ma sta di fatto che difficilmente riesci a rinserirti nella società considerando che con l art. 28 del codice penale non hai diritto a niente!!!!!!!!! spero in un tuo presto riscontr cordiali saluti Ciancio Lorenza LETTERA INVIATOGLI:

    Egregio Sign. Presidente Berlusconi,
    sono una ragazza Siciliana ho 31 anni , e purtroppo nella vita anche IO ho compiuto qualche reato, poichè in questo PAESE ormai da anni non si riesce non solo più a vivere dignitosamente con un regolare stipendio, a causa del caro vita, che ha ridotto il tenore di vita ai limiti della sopravvivenza, spesso si parla di lavoro nero poiché l’occupazione presso aziende o settori produttivi è un argomento in lutto, proprio per la crisi esistente. Forse è il fattore scatenante di tutta questa illegalità che sta prendendo spazio in una società tanto evoluta ove la stessa Costituzione sostiene che l’Italia è fondata sul lavoro, ma altretanto misera di contenuti; Allora mi chiedo, se il tutto appare difficile per i lavoratori illusi che credono ancora ai principi della Costituzione; cosa dire di coloro che avendo deviato il loro percorso cercato una soluzione più combattuta ma meno illusoria, hanno poi difficoltà d’integrarsi in un sistema legale poiché emarginati dallo stesso sistema, esempio da menzionare l interdizione ai pubblici uffici, esattamente come è stato applicato anche a me, che a sua volta non solo mi nega la possibilità di trovare la strada giusta, poiché ostacolate da pregiudizi e da un etichetta che ti fa vivere come un cittadino fantasma senza alcuna autonia di reagire e interagire con il mondo del lavoro, anche nell’opportunità di aprire una semplice partita iva nella camera di commercio, ALLORA MI CHIEDO TUTTO QUESTO NON SA DI ISTIGAZIONE AL REATO SE LA LEGGE STESSO NON CI DA MODO PER
    POTERCI RIENTEGRARE NELLA SOCIETÀ? In realtà avrei troppe cose da contestare a questa legge italiana che il più delle volte esercita solo abuso di potere e ingiustizia nella giustizia. La cosa più assurda sta nel pensare che realmente i nostri rappresentanti credano che il popolo possa ignorare certe disparità di trattamento; tirando le somme siamo diventati ospiti a casa Nostra ormai troppo concentrata sulla globalizzazione e sugli interessi personali; Paese che le nostre generazioni hanno costruito e preservato dalle mire di chi voleva vederci sottomessi..
    Egreg. Presidente, non è la prima volta che le scrivo, ma questa volta confido nell’avere un riscontro positivo; anche perchè è per volontà del popolo che ogni riveste una carica così prestigiosa quanto piena di responsabilità, e ciò inderogabilmente comporta delle attenzioni Verso chi vi ha scelto e poi interrogato di un operato politico e legislativo che confonde e devia il cittadino spettatore di questo triste scenario.. Ma questo non è un film, ormai è da tempo che sentiamo parlare di riforme di giustizia ed altro, ma ancora oggi per un motivo o un altro non si è verificato niente di concreto, se non il sollecito nell’ applicare
    il LODO ALFANO per lei stesso. Ritengo che tale legge è ancora un ingiustizia verso il popolo italiano, poichè non comprendiamo il perchè lei possa ripulirsi dei suoi reati e il comune cittadino deve continuare A PAGARE UN PREZZO Già ESTINTO, NESSUNO VI HA CHIESTO SCONTI NE CLEMENZA, MA OGGI DOPO AVER SILENZIOSAMENTE PAGATO CON LA RECLUSIONE, CHIEDIAMO LA NOSTRA DIGNITà, NESSUN BENEFICIO VI è CHIESTO MA SEMPLICEMENTE PARI OPPORTUNITà, LO STRUMENTO POTREBBE ESSERE Condono Amnistia o qualsiasi nome potrebbe chiamarsi pur di ripulirci definitamente e ricominciare a VIVERE. Perchè nella vita esiste realmente chi nel passato ha sbagliato pagato e non vuole ricadere!!!!
    BE SE REALMENTE L’ITALIA È UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA ALLORA SPERO CHE QUESTA MIA LETTERA NON RESTI SOLO “ESPRESSIONE DELLA MIA LIBERTÀ DI PENSIERO” MA VENGA RECEPITA COME UN DISAGIO CIVILE E MORALE DI TUTTI COLORO CHE VIVONO QUESTA PALESE REALTÀ. SI SPERA CHE LA MIA LE NOSTRE PAROLE VENGANO ASCOLTATE, PERCHÈ SIAMO COMUNQUE PRONTI A NON FERMARCI NELL’ATTESA DI UNA SUA RISPOSTA, SIAMO PRONTI A SCENDERE IN PIAZZA A FARE UNA MANIFESTAZIONE A TAL RIGUARDO. SPERANDO DI EVITARE QUEST ULTIME RESTIAMO IN ATTESA DI UN RISCONTRO POSITIVO. DISTINTI SALUTI. LORENZA CIANCIO.
    P.S Vogliamo continuare ad essere fieri di essere ITALIANI senza doverci Vergognare di un Italia, che non offre più niente ove le uniche
    Parole ripetute sono sempre le stesse, crisi economica e ingiustizia. Nel cuore e nella mente della gente è segnato di problemi e disperazione. Vogliamo essere onorati del tricolore,non delusi.

  55. Buongiorno Avvocato
    Mio marito ha avuto una condanna per corruzione con interdizione per 5 anni da pubblici uffici, ovviamente essendo dipendente statale è stato licenziato. La mia domanda è : può aprire una partita IVA per fare l’artigiano o l’interdizione è anche per aprire una ditta privata?

  56. Salve,avvocato vorrei chiederle a chi devo presentare la domanda per la cancellazzione della pena perpetua dei pubblici uffici e quali sono gli articoli da citare.

    • avvocato mi scusi se insisto ma la prego di rispondermi mi dica se è possibile riabilitare l’interdizione perpetua e quali sono gli articoli da citare grazie maria catena

      • Grazie per la sua risposta. Inoltre volevo sapere dopo quanti anni devo presentare la domanda di riabilitazione e se questa richiesta deve avvenire dopo la cassazione o dopo fine pena.

      • Carissimo avvocato sono stata condannata per concussione e destituita dall’impiego. Però nel provvedimento di licenziamento non è stato citato il 317 bis,quello che riguarda appunto la concussione,ma hanno citato il 416 bis estraneo al 317. Gentilmente volevo sapere se posso ricorrere in merito e che cosa ne posso beneficiare e se c’è vizio nel provvedimento di licenziamento. Grazie Maria Catena.

  57. carissimo avvocato aiuto ho bisogno urgente che lei gentilmente mi risponda ,poichè il suo aiuto è prezioso.insisto perchè questa sua rispostar mi aiuterà a chiarire .grazie maria catena

  58. avvocato carissimo sono maria catena e ho tanto bisogno del suo aiuto volevo sapere una persona sospesa dal servizio obbligatoriamente i contributi l’ente di deve versare grazie

  59. Buongiorno avvocato. Volevo chidere se la risoluzione di un precedente rapporto di lavoro col pubblico impiego può compromettere la possibilità di accedere ai concorsi pubblici. Grazie.

  60. Buongiorno avvocato. in passato ho avuto la risoluzione di un rapporto di lavoro in un pubblico impiego per aver prodotto false dichiarazioni ma ad oggi non ho ne un procedimento penale in corso ne una condanna penale, posso partecipare ai concorsi pubblici? Le chiedo questo perchè nelle domande di ammissione ai concorsi vi è indicato di dichiarare se vi sono state precedenti cassazioni di contratti col pubblico impiego e se affermativo indicare la causa.
    Tale dichiarazione compromette l’ammissione ai concorsi?
    Grazie.

  61. Salve avvocato una persona interdetta dagli uffici pubblici per 5 anni ,perche condannato per peculato può ricoprire l’incarico di presidente di una autogestita di caccia , visto che la concessione è stata data dalla regione ,per gestire quell territorio e la selvaggina che a sua volta è pubblica ,e tralaltro gestisce i soldi di circa 300 soci?
    La ringrazio anticipatamente .

  62. salve Avvocato, vorrei porle il mio quesito,
    sono un geometra e vorrei iscrivermi all’albo e quindi aprirmi uno studio e p.iva, potrei avere problemi in quanto un anno fa sono stato condannato per lesioni lievi, grazie aspetto una sua gentile risposta

  63. Buongiorno avvocato, mi scusi se la disturbo, volevo chiederle avendo avuto tre anni e con l’indulto sono stati condonati e con esso sono stati condonati le pene accessorie dell’interdizione temporanea dai p u , le chiedo devo fare lo stesso la richiesta di riabilitazione ? un altra domanda, ero un sottufficiale dell’esercito, dopo la sentenza mi hanno fatto un processo militare dove mi hanno congedato e tolto un grado,
    dove il ministero dell’Esercito a convalidato il mio congedo, anche se la commissione aveva avuto da un Ten. Col. che aveva fatto delle indagini, aveva espresso il mio rientro in servizio invece la commissione non a voluto tener conto delle indagini svolte, anche non essendo stato interdetto dai p u, chiedo cosa si può fare per questa ingiustizia. ( il Ministero non a voluto decidere a voluto mettere il tutto nelle mani di tre persone , incompetenti in quanto avevo assunto un investigatore privato dove questo investigatore lavora anche con la prefettura di Firenze, ed è una persona seria e di massima fiducia). grazie per la sua attenzione aspetto una sua risposta. Mi chiamo Mauro sono a Rimini.

  64. Egregio avvocato quando si è imputati per abuso edilizio e si è vincitore di concorso e chiamati per l’assunzione, questo reato comporta l’esclusione dell’assunzione o si può essere assunti? La prego dal più profondo del cuore, mi risponda ho bisogno di aiuto! Grazie!

  65. Carissimo avvocato sono Gabriele non so’ se si ricorda di me’ era solo per dirle che finalmente la corte europea dei diritti
    delll’uomo fissa la discussione della mia causa per il 5 giugno del 2012 fFINALMENTE luce nel fondo del tunnel speriamo tutto bene le faro’ sapere grazie mille per ascoltarmi gabriele

  66. salve avvocato volevo sapere gentilmente una persona condannata in tutti e tre i gradi di giudizio a risarcire le parti offese deve pagare la somma complessiva dei tre gradi o solo quella della cassazione.grazie avvocato .la prego mi risponda ho bisogno del suo aiuto.

Scrivi all'Avvocato

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...