MESSAGGIO PER GLI UTENTI DEL BLOG

Chiedo scusa agli utenti e a coloro che sono in attesa di una risposta ai quesiti da loro inviati,per il ritardo con cui mi accingo a rispondere .

Motivi tecnici indipendenti dalla mia volontà,hanno reso difficoltoso l’uso di questo mezzo.

Ma i problemi hanno sempre una loro soluzione…ed eccomi tornato in piena attività,cogliendo l’occasione per ringraziare gli utenti che hanno comunque scritto ,nonchè quelli che mi hanno gratificato con un numero di “accessi” assolutamente insperato,nonostante la forzata inattività.

Annunci

7 thoughts on “MESSAGGIO PER GLI UTENTI DEL BLOG

  1. Spett.le Avv. Paudice,

    Vorrei delle delucidazioni ,su l’iter della causa civile per il risarcimento della parte civile costituitasi prima del dibattimento che mi ha visto soccombente.
    Il 21 luglio u.s. sono stato condannato a mesi 5 per lesioni,
    siccome ho presentato appello,vorrei sapere se la causa civile
    potrà iniziare ugualmente o,bisognerà aspettare l’esito dell’appello.
    Inoltre,vorrei sapere,non essendo in condizione finanziarie solide,se, anche i miei familiari, possono essere obbligati a partecipare a rifondere la parte civile(sono maggiorenne).
    Grazie per un’eventuale risposta.

  2. Posso chiederle informazioni in merito alla legge Mancino? Mi interessa sapere se quanto leggo qua http://www.memoteca.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=81 sia veritiero, ossia de questo decreto legge c’è stato.

    Cito:

    27 Gennaio 2006

    LEGGE MANCINO:UN PASSO AVANTI

    Già alcuni mesi fa il segretario nazionale di Forza Nuova Roberto Fiore chiese a gran voce l’ abrogazione della Legge Mancino specificando che questo era une dei punti essenziali per un eventuale accordo con il centrodestra. Con la legge sui reati d’opinone approvata il 25 Gennaio in Parlamento possiamo registrare un passo in avanti verso un vero e proprio depotenziamento di questa legge liberticida.

    Modifiche sostanziali al cd. Decreto Mancino
    Il DDL Senato 3538, art. 13, ha apportato una modifica sostanziale al cd. Decreto Mancino, riducendo sia le ipotesi di punibilità dei reati in materia di discriminazione razziale, etnica, nazionale e religiosa, sia mitigando le severe pene, precedentemente previste. Se analizziamo la riforma, vediamo anzitutto che non viene più sanzionata la semplice diffusione delle idee, ma la propaganda delle stesse.

    Il DDL Senato 3538, art. 13, ha apportato una modifica sostanziale al cd. Decreto Mancino, riducendo sia le ipotesi di punibilità dei reati in materia di discriminazione razziale, etnica, nazionale e religiosa, sia mitigando le severe pene, precedentemente previste.
    Se analizziamo la riforma, vediamo anzitutto che non viene più sanzionata la semplice diffusione delle idee, ma la propaganda delle stesse.
    Sul piano pratico, il legislatore ha voluto espressamente escludere la genericità del fatto tipico (palesemente incostituzionale), sostituendo la locuzione “diffondere in qualsiasi modo”, con il verbo “propagandare”.
    Non è più penalmente rilevante, inoltre, il semplice “incitamento” a commettere atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, essendo necessaria la figura tipica dell’istigazione.
    In buona sostanza, il legislatore sembra aver introdotto l’elemento psicologico del dolo specifico, consistente nella coscienza e volontà di ledere l’altro, solo in ragione della sua diversità razziale od etnica, in sostituzione del precedente dolo generico, consistente nella semplice volontà di distinguere le razze o le etnie, l’una dall’altra.
    Oggi, pertanto, non appare più penalmente perseguibile colui che sostiene la diversità delle razze, difendendo l’identità di un popolo, ma solo chi propaganda la superiorità razziale biologica, istigando gli altri a commettere atti di violenza in ordine a suddetta superiorità.
    La stessa sanzione penale, infine, viene notevolmente ridotta, essendo ora prevista la pena alternativa della multa, sino ad euro 6000, o della reclusione, sino ad anni 1 e mesi 6, contro la sola pena della reclusione sino a 3 anni, precedentemente prevista.
    E’ innegabile che le modifiche sopra enunciate ci soddisfino, ma riteniamo che questo sia il primo passo per arrivare ad escludere altre situazioni vessatorie, presenti nel decreto mancino, ancorate al desiderio di perseguire le idee di chi professa la difesa dell’identità culturale e spirituale di un popolo.

    La ringrazio anticipatamente.

  3. gentile avvocato iovorreichiedere alcune informazioni mio marito e statoarrestanto con l art73 e condannato a 2anni e8 mesi abbiamo 6 bambini e lui ha un lavoro autonomo gli eliconcederano gli arresti domiciliari?

  4. gentile avv. paudice volevo chiederle un informazione, allora le Spiego il mio convivente e Stato arrestato con il reato di droga Sulla cauSa ha avuto 4 anni e 6 mesi e Si e fatto SOlo 6 meSi di arresti domiciliari e avendo 18 anni e esSendo incenSurato e uScito con la firma, dopo un po e Stato arrestato di nuovo con lo StesSo reato identico proprio alla prima volta SOlo che questa volta e che ha un precedente e ha anche la firma volevo Sapere Se ci Sono poSSibbilita ke poSsa uScire con gli arresti domiciliari e Se comunque esSendo nn molto competente il fatto e abbaStanza grave. cordiali Saluti e buona giornata

Scrivi all'Avvocato

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...